PIONEER HI-BRED ITALIA
Contatti     Cerca    Cerca  
 
 

certificazioni.gif



In Pioneer crediamo che la qualità dei nostri prodotti debba venire prima di tutto, e debba essere la migliore qualità tecnicamente possibile, in ogni nostro ibrido di mais, senza alcuna distinzione.

Per comprendere cosa sia la qualità Pioneer del seme basti pensare che per poter essere commercializzato, il mais contenuto in un singolo sacchetto deve superare ben 26 diversi controlli qualitativi, lungo l’intero processo di produzione. Nei nostri laboratori di analisi i Tecnici verificano che i prodotti soddisfino i rigidi limiti di qualità Pioneer, imponendo soglie di accettazione del prodotto ben più restrittive di quelle di legge per germinabilità a caldo, purezza varietale e sanità del seme.

Ma la vera assicurazione della massima qualità su tutti i nostri prodotti risiede nei test che abbiamo affiancato volontariamente a quelli di legge e che ci permettono di avere le più ampie garanzie sul valore delle nostre sementi. Per primi, ad esempio, abbiamo sviluppato un test di germinabilità a freddo (il cosiddetto cold test Pioneer) che, simulando le peggiori condizioni in cui si possa trovare un mais seminato a fine inverno, ci consente di selezionare per l’Italia esclusivamente lotti di mais in grado di germinare ottimamente anche nelle peggiori condizioni di campo.

Inoltre, a questo test di laboratorio abbiamo affiancato le prove in pieno campo che attraverso l’indice di stress all’emergenza, ci permettono di selezionare solo gli ibridi con una base genetica particolare che permette di emergere e affrancarsi in terreni gelati e bagnati.

Da molti anni abbiamo introdotto le migliori tecniche di analisi molecolare sui nostri prodotti per garantire anche una purezza genetica assoluta: grazie ai controlli con il test immuno-enzimatico ELISA, con l’elettroforesi delle proteine, con la sofisticatissima tecnica PCR (Polymerase Chain Reaction) che identifica specifiche sequenze di DNA, possiamo garantire agli agricoltori la massima qualità e affidabilità dei prodotti Pioneer.

Nel 1994 lo stabilimento di produzione del seme Pioneer in Italia ha ottenuto, primo fra tutte le grandi strutture sementiere al mondo, la certificazione per la gestione del sistema qualità basata sulla norma ISO 9000.

Da allora i rigorosissimi protocolli di qualità sviluppati in Italia sono stati adottati anche negli altri 93 centri di ricerca e produzione Pioneer sparsi per il mondo, per garantire ovunque e in qualsiasi situazione gli stessi elevatissimi standard di qualità e sicurezza delle nostre sementi.

Ma il Sistema Qualità Pioneer non termina con la produzione del seme: oltre ad assicurare il massimo in termini di prodotto, abbiamo voluto offrire anche il massimo in termini di supporto tecnico.

Infatti, anche i tecnici del Servizio Agronomico Pioneer, che affiancano gli agricoltori nella formulazione del piano di semina e della migliore strategia colturale, hanno ottenuto la certificazione di qualità per queste attività, a dimostrazione dell’altissima preparazione tecnica e professionale raggiunta. Infine, la rete di sperimentazione NAST Pioneer in Italia, con gli oltre 2500 campi seminati ogni anno per valutare insieme ai maiscoltori i diversi ibridi proposti, ricade all’interno della certificazione di qualità Pioneer, a garanzia della massima trasparenza e correttezza delle informazioni fornite.


TRACCIABILITÀ DI FILIERA PER MAIS E SOIA

Anche per la prossima campagna Pioneer offrirà a tutti i maiscoltori italiani un’ulteriore importante garanzia di qualità con i propri prodotti.

Infatti, tutta la semente degli ibridi di mais e delle varietà di soia coltivate in Italia ha ottenuto la certificazione di rintracciabilità di filiera, in conformità alla norma ISO 22005:2007.

Questa importante certificazione attesta che l’intera produzione nazionale di seme di mais e di soia Pioneer è stata coltivata, selezionata e confezionata in Italia. La piena “italianità” di questi mais e soie Pioneer è confermata dai continui controlli e dalle registrazioni di tutte le operazioni effettuate, che permettono di conoscere con precisione la storia di ogni singolo sacco di semente.

I controlli lungo la filiera partono dalla semina del seme di base presso le aziende agricole Pioneer, proseguono nelle fasi di raccolta, lavorazione e confezionamento, fino ad arrivare alla consegna del singolo sacco di prodotto finito ai vari punti vendita.

I mais e le soie che fanno parte di questa speciale filiera sono immediatamente identificabili dalla dicitura “COLTIVATO IN ITALIA”, che compare sul cartellino di ogni confezione.

Tale certificazione è stata rilasciata dall’ente di controllo BVQI-Italia, con il certificato n° 130/001.


CERTIFICAZIONE ISO 22005:2008

  

Clicca sull'immagine per ingrandire

CERTIFICAZIONE  ISO 9001:2008

Clicca sull'immagine per ingrandire

 
Accedi Registrati

 

Pioneer Hi-Bred Italia S.r.l.,
Via Pari Opportunità 2, 26030 Gadesco Pieve Delmona (CR)

Società a socio unico - Capitale 90.000 € i.v. - Part. IVA IT 01235070198

Reg. Impr. Cremona & C.F. 02153870346 REA CR 153948

 ® Marchio registrato da Pioneer Hi-Bred Int'l Inc. Des Moines, Iowa, USA
 

 
 
Note Legali       Privacy